Skip to main content

Il processo di Valutazione di Impatto Sociale e Ambientale (ESIA) di TAP in Italia

Nel settembre 2014, il Ministero italiano dell'Ambiente ha firmato il Decreto di compatibilità ambientale del progetto presentato da TAP per la sezione italiana del gasdotto. 

Durante il processo di ESIA, in coerenza con l’impegno a conformarsi ai più alti standard internazionali, TAP ha proseguito le consultazioni con gli enti e le comunità locali tenendo in considerazione il risultato delle consultazioni; incorporandone le istanze nel progetto, ove possibile; e rispondendo tempestivamente alle richieste di ulteriori informazioni. 

TAP rispetta, oltre a quanto previsto dalla normativa italiana vigente, gli standard internazionali definiti dalla Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo (BERS) e dalla IFC - International Finance Corporation, che richiedono che la valutazione degli impatti comprenda la componente sociale. La documentazione presentata alle autorità competenti identifica e analizza gli impatti, i rischi e le opportunità connesse al progetto, considerandone gli effetti non soltanto sull'ambiente, ma anche sulle componenti sociali e culturali, prevedendone inoltre le modalità di gestione.

TAP ha quindi proceduto a:

  • Una revisione integrale dell’ESIA, apportando significative modifiche all’iniziale impianto del progetto, a fronte degli esiti delle intense consultazioni avviate. La documentazione ESIA è stata presentata al Ministero dell’Ambiente il 10 settembre 2013.
  • Una tempestiva integrazione documentale, a seguito dei timori espressi dagli enti e dalle comunità locali. Le integrazioni alla documentazione presentata a settembre 2013, che rispondono alle richieste di approfondimento dei Ministeri e alle osservazioni del pubblico, sono state consegnate il 18 aprile 2014, con ampio anticipo sui termini di scadenza.

Il Decreto Ministeriale sulla compatibilità ambientale richiede che TAP rispetti più di 60 condizioni (cosiddette verifiche di conformità). TAP si impegna a garantire la conformità a tutte queste prescrizioni, secondo i tempi previsti dal Decreto e approvati dal Ministero dell'Ambiente. 

TAP ha quindi preparato e presentato la documentazione pertinente alle autorità competenti. La valutazione e il rilascio delle verifiche di conformità sono in corso.

 

Documentazione di riferimento

ESIA Italy (in English)

TAP submitted its updated Environmental and Social Impact Assessment (ESIA) to the Italian Ministry of the Environment and Protection of Land and Sea on 10th of September 2013. The latest stage in a process, started in March 2012, will now see the final documentation go to consultation with all relevant national, regional and local authorities.

Accedi a tutti i documenti

ESIA Italy (in Italian)

TAP submitted its updated Environmental and Social Impact Assessment (ESIA) to the Italian Ministry of the Environment and Protection of Land and Sea on 10th of September 2013. The latest stage in a process, started in March 2012, will now see the final documentation go to consultation with all relevant national, regional and local authorities.

Accedi a tutti i documenti

ESIA Italy - Additional documents (in Italian)

On 17 April 2014, well ahead of schedule, TAP submitted additional documents for integration into the ESIA application to the Ministry of Environment and of Cultural Heritage in Italy and to all the relevant authorities involved in the authorisation procedure.

Accedi a tutti i documenti

Altri documenti di riferimento