Skip to main content

Panoramica

Il Gasdotto Trans Adriatico (TAP) offre a imprese e singoli professionisti considerevoli opportunità di partecipare alla realizzazione di una delle più importanti infrastrutture energetiche europee. 

Le opportunità per i professionisti qualificati

La costruzione di un gasdotto delle proporzioni di TAP in tre diversi Paesi è un’operazione impegnativa e complessa. Attualmente, presso la sede centrale in Svizzera e le filiali in Grecia, Albania e Italia, operano oltre 200 specialisti provenienti da diversi Paesi e centinaia di consulenti. Questa cifra è destinata a crescere sensibilmente nei prossimi anni. Il team di progetto necessiterà di altri professionisti di consolidata esperienza presso la sede centrale e le imprese affidatarie e i loro subfornitori assumeranno personale qualificato nei tre Paesi interessati dal progetto man mano che si procederà con la realizzazione dell’opera.

Per conoscere le Opportunità per i singoli professionisti e scoprire se vi sono posizioni aperte presso TAP e come candidarti.

Esperti indipendenti stimano che TAP genererà migliaia di posti di lavoro, direttamente, attraverso le imprese affidatarie e i loro subfornitori, e indirettamente tramite effetti di ‘spill-over’ economico (indotto) per l’intera operatività del gasdotto. 

La maggior parte degli sbocchi occupazionali diretti e indiretti in Grecia, Albania e Italia saranno generati dalle imprese affidatarie e dai loro subfornitori che assumeranno specialisti per poter erogare i servizi necessari alla realizzazione del progetto. Tutti gli interessati sono invitati a controllare il mercato lavorativo locale per conoscere le opportunità lavorative connesse a TAP nei rispettivi Paesi di interesse. 

Le opportunità per le imprese

TAP offrirà molteplici opportunità alle aziende locali, nazionali e internazionali che vorranno partecipare alla realizzazione dell’opera in veste di fornitori di beni e servizi.

TAP contribuirà a consolidare le competenze specifiche delle aziende locali e a far loro acquisire la necessaria esperienza per la realizzazione di questo e di futuri progetti infrastrutturali.

E’ in questo modo che TAP spera di concorrere al conseguimento di uno degli obiettivi cardine del progetto, ovvero generare un patrimonio di conoscenze professionali che resti in eredità ai Paesi che il gasdotto attraverserà.

Elemento fondante di questo lascito sarà l’opportunità concessa ai singoli professionisti e alle imprese di svolgere un ruolo attivo nella realizzazione di TAP e nelle altre attività economiche ad esso associate.

Per saperne di più sulla procedura di fornitura di beni e servizi e sui criteri di selezione delle aziende che lavoreranno con TAP.

I diritti umani e l’uguaglianza

In TAP, crediamo nei principi di equità, trasparenza e parità che disciplinano i nostri rapporti con i tutti, dai dipendenti, alle imprese affidatarie, ai subfornitori e alle comunità nelle quali operiamo.

TAP è stato tra i primi progetti di gasdotto a sottoscrivere, su base volontaria, i Principi Guida dell’ONU su Imprese e Diritti Umani (UNBPHR), a riprova della massima attenzione prestata verso l’uguaglianza.

Nel quadro di tale impegno, TAP assicurerà che le questioni relative ai diritti umani siano tenute in debita considerazione durante tutte le fasi di attuazione del progetto.

L’azienda è impegnata a fornire a tutti i dipendenti un ambiente di lavoro non discriminante e a conformarci alle migliori prassi in materia di gestione delle risorse umane e di tutela della salute e della sicurezza sul lavoro.

Richiediamo alle imprese affidatarie che saranno coinvolte nella realizzazione e nell’operatività di TAP un analogo impegno e ottemperanza dei diritti umani .

Garantiamo inoltre piena conformità, lungo l’intera filiera, alle norme fondamentali del lavoro nella definizione datane dall’Organizzazione Internazionale del Lavoro (ILO).