Skip to main content

Chi è coinvolto nel processo di acquisizione dei diritti sui terreni per la realizzazione del progetto TAP?

L’aggiornamento del registro del catasto dei terreni attraversati dal progetto TAP ha permesso l’identificazione di tutti i proprietari terrieri e degli usufruttuari delle particelle attraversate dal progetto.

La pista di lavoro del progetto TAP misura 38 metri di larghezza in Grecia e in Albania, mentre si limita a 18 metri nel tratto Italiano.

Il processo di acquisizione dei terreni ha richiesto l’identificazione dei legittimi proprietari e di tutti coloro che potessero vantare un diritto di usufrutto sulla totalità delle particelle attraversate dal progetto TAP, attraverso la consultazione dei registri del catasto nei tre Paesi coinvolti. L’assenza di dati ufficiali reperibili per la maggior parte delle aree attraversate dal gasdotto in Grecia, è risultata nella necessità per l’azienda di attivare un processo formale di identificazione di tutti gli aventi diritto sui terreni, lungo un corridoio ampio 100m a partire dall’asse centrale del gasdotto. In Albania, TAP ha contribuito ad aggiornare i dati ufficiali del catasto terreni, lungo un corridoio dell’ampiezza di 300m, a partire dall’asse centrale del gasdotto.

Le particelle situate lungo i corridoi e le piste di lavoro, o sui terreni identificati come il luogo dove realizzare le strutture sopra terra (ad esempio stazioni di compressione, valvola di bloccaggio, cantieri temporanei, aree di deposito dei tubi, etc.) sono state mappate come potenzialmente coinvolte dal progetto TAP, ed i dati raccolti sui diritti di proprietà sono stati condivisi con i registri nazionali del catasto di Grecia e Albania.

Durante la fase dei lavori preliminari, le ditte specializzate incaricate da TAP hanno provveduto ad aggiornare le informazioni su proprietari e usufruttuari dei terreni, attraverso la compilazione di mappe aggiornate, tavole tecniche e perizie, i cui dati sono stati reperiti incrociando le risultanze degli studi su campo con le risultanze delle informazioni contenute nei catasti ufficiali dei terreni.

Tali operazioni sono state completate prima di attivare il processo di acquisizione dei diritti sui terreni da parte di TAP, al fine di poter procedere con l’acquisto o la locazione delle particelle su cui verrà realizzata l’infrastruttura.

Per saperne di più sulla fase di raccolta dati o sul processo di aggiornamento dei registri del catasto in ogni Paese che ospiterà il gasdotto, visita una delle sottopagine riportate di seguito:

 

Chi è coinvolto nel processo di acquisizione dei diritti sui terreni in Grecia?

Il processo di aggiornamento dei dati catastali ed il processo di acquisizione dei diritti sui terreni hanno avuto come obiettivo lo studio dei seguenti aspetti:

  • Quali particelle sono attraversate da TAP? 
  • Dove sono situate esattamente? 
  • Chi vanta diritti di proprietà o di usufrutto su queste particelle?
  • Ci sono beni, strutture o immobili interessati dal passaggio del gasdotto TAP?

In Grecia l’aggiornamento dei dati catastali su tutte le particelle attraversate dal gasdotto è stato condotto dalla Joint Venture TOPMAPS, costituita dalle aziende greche MAKEDONIKI ETM EE, GAIA S.A. e GEOMATICS SA, che hanno lavorato in stretta cooperazione con gli uffici e le agenzie pubbliche di riferimento. 

Tutti i proprietari terrieri e gli usufruttuari sono stati invitati a presentarsi presso uno degli uffici pubblici del catasto terreni, o in uno degli uffici informativi dislocati sul territorio nazionale, al fine di verificare se e in che modo il passaggio del gasdotto TAP potesse interferire con il proprio terreno, e per verificare in contraddittorio le informazioni reperite sui diritti di proprietà dei terreni attraversati.

Il processo di consultazione ha previsto l’apertura di un totale di 23 uffici del catasto e 137 punti informativi, disseminati lungo l’intera tratta del gasdotto che attraversa la Grecia. Inoltre, altri 25 uffici del catasto sono stati resi disponibili della cittadinanza nelle aree metropolitane di Salonicco e Atene.

I cittadini coinvolti sono stati invitati dal personale tecnico a riportare informazioni utili al fine di verificare i diritti di proprietà sulle particelle mappate, ad inviare documentazione legale attestante il possesso dei titoli e ricevere di conseguenza la proposta di accordo e di indennità economica preparata da TAP. Allo stesso tempo, i 137 punti informativi fungevano da centro assistenza per chiunque richiedesse informazioni sul progetto e sull’aggiornamento dei registri del catasto.

Precedentemente all’apertura degli uffici del catasto e dei punti informativi, TAP e le aziende incaricate a perfezionare il processo di acquisizione dei terreni hanno provveduto ad organizzare eventi pubblici informativi in ogni comune attraversato dall’infrastruttura, in cooperazione con le autorità locali.

Prima di acquisire i diritti sui terreni attraversati, TAP ha realizzato uno studio sullo stato di consistenza dei luoghi, invitando i legittimi proprietari a recarsi presso gli uffici del catasto, o organizzando visite domiciliari, in caso di impossibilità a raggiungere tali uffici. Un questionario è stato somministrato ai diretti interessati, al fine di verificare i dati inerenti le colture presenti sui terreni ed i beni eventualmente intercettati (ad esempio sistemi di irrigazione sui campi). Tale processo, validato da appositi accertamenti legali, è stato utile al fine di concordare il valore dell’indennizzo da corrispondere ai proprietari terrieri o agli usufruttuari.

Gli indennizzi proposti da TAP sono in linea con quanto definito dalle normative emanate dal governo Greco, e con quanto riportato negli standard fissati dalla Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo (nello specifico dal requisito di performance n. 5). La valutazione dello stato di consistenza dei luoghi ha costituito una base di partenza per stilare un profilo socio economico dei proprietari e degli usufruttuari coinvolti. Tali dati verranno utilizzati da TAP per assicurarsi di garantire un corretto ristoro, al fine di tutelare e, ove possibile, migliorare la condizione socio economica delle persone coinvolte, attraverso l’implementazione di un programma di assistenza e supporto in fase di transizione, destinato ai proprietari terrieri coinvolti.  

Al momento, lungo l’intera tratta del gasdotto in Grecia, vi sono 5 uffici che si occupano di curare il processo di acquisizione dei diritti sui terreni, tutti presidiati da personale specializzato nel fornire informazioni e assistenza su tematiche inerenti il processo di acquisizione dei titoli e il versamento delle quote di indennità pattuite.

Se un suo terreno è attraversato dal progetto TAP, o se necessita qualsiasi chiarimento in merito al processo di acquisizione dei terreni o il versamento delle quote di indennità, non esiti a visitare uno degli uffici TAP a lei più vicino. TAP Office.